POLITICA

CHI E' PIU' EUROPEISTA?

Oggi in Europa sono in discussione 4 grandi scelte, fondamentali per il futuro, Leggere di più


E' ora di cambiare: obiettivo rinnovamento

In questi mesi stiamo assistendo ai giochi della vecchia politica, sconfitta nelle idee e negli uomini che ci hanno deluso.

Leggere di più


UNA PROTESTA CHE CRESCE, L’ASTENSIONISMO, UN SEGNALE CHIARO DEI CITTADINI

astensione

Le elezioni regionali in Sicilia ci hanno dato la chiara manifestazione dell’attuale sfiducia dei cittadini nella politica e nei suoi vecchi protagonisti.

I dati confermano che a prevalere in tutta l’isola è stato l’astensionismo, infatti ha votato solo il 47,42% degli aventi diritto, pari a 2.203.885 elettori. Nel 2008, quando si votò anche di lunedì, in concomitanza con le politiche, l’affluenza era stata del 66,68%. Anche nelle precedenti consultazioni limitate alla sola domenica, si sono sempre registrate percentuali di votanti nettamente superiori al 50%, come nel 2001, quando votò il 63,47% degli aventi diritto.

La politica per ritrovare al più presto il suo ruolo di servizio indispensabile in ogni Paese e per riconquistare la fiducia degli elettori deve riformarsi dalle fondamenta: sono convinto sia necessario l’impegno attivo di persone nuove e competenti, portatori di idee concrete e aperte al contesto del mercato internazionale, con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo economico e sociale che il nostro Paese deve riconquistare.

L’astensionismo è una sconfitta della politica che non trova consenso e interesse, il non voto è la rinuncia a credere, è la rinuncia tragica a non sperare più.

Oggi però è fondamentale non disperdere il proprio voto nella numerosa ed inutile offerta politica che si sta creando, finalizzata solo a mantenere le poltrone ai soliti noti: è necessario premiare uno schieramento con almeno il 40% dei consensi, nella speranza che ci sia proposto uno schieramento serio in grado di rinnovare davvero l’Italia con nuovi progetti e con l’impegno di donne e uomini nuovi.

Io continuo ad offrire la mia disponibilità perchè ho fiducia, e credo che se ognuno di noi si impegna a dare il meglio di sé l’Italia non può che migliorare.


Nuovi contributi per la sicurezza delle nostre scuole

Proprio in questi giorni ho ottenuto con impegno e soddisfazione dal Governo 750.000 euro finalizzati a interventi di sicurezza nelle scuole del nostro territorio.

Nel 2011 ero riuscito ad ottenere oltre 1.600.000 euro, subito impegnati con opere fondamentali per mantenere edifici scolastici moderni e più sicuri. Questo finanziamento è un risultato importante e soprattutto in controtendenza in questo momento di difficoltà in cui gli Enti locali continuano a subire tagli.

Nell’ultimo triennio, per lavori di ammodernamento delle scuole abbiamo attivato investimenti per quasi 7 milioni di euro: credo che questo basti a dimostrare la grande attenzione della mia amministrazione alla funzionalità e alla sicurezza verso i luoghi dove ogni giorno vivono migliaia di ragazzi.

A livello nazionale il sistema scolastico della Provincia di Lodi è stato giudicato il terzo in assoluto per la qualità. Merito di tutti i protagonisti che lavorano quotidianamente e che si sono impegnati insieme per la realizzazione di questi interventi che in negli ultimi anni hanno garantito una migliore fruibilità dei nostri edifici.