Poesia e luce: lo spettacolo del cielo, emoziona, impressiona…Mirò

miro-edu-ita_0
Mirò è sempre stato interessato ai giovani, infatti anche all’età di 80 anni continuava a sentirsi giovane. Apprezzava molto i dipinti dei bambini, collezionava quelli dei suoi nipoti e anche quelli che trovava in riviste e in pubblicazioni. Li teneva e li appendeva nel suo studio. Questo testimonia come il rapporto con i giovani per Mirò fosse molto intenso.

L’invito che faccio è quindi rivolto a tutti i giovani: visitando questa splendida mostra potrete conoscere e capire la grande attualità che c’è nell’arte di Mirò.

Mirò era anche molto attratto dai graffiti che trovava nelle strade di Parigi e Barcellona. Tante delle sue opere ricordano questo tipo di arte, ecco perchè ci sono anche tante impressioni dei suoi piedi e delle sue mani sui dipinti.

Qui troviamo un Mirò molto trasgressore che senza dubbio è connesso alla gioventù di qualunque periodo.

La mostra dopo il successo della prima tappa espositiva a Roma, presso il Chiostro del Bramante, giunge a Genova nell’Appartamento del Doge e presenta oltre 80 lavori, tra cui 50 olii di sorprendente bellezza e di grande formato, ma anche terrecotte, bronzi e acquerelli. E’ possibile visitarla fino al 7 aprile 2013.