PREMIO GIANNI BRERA PER LO SPORT 2013 – CALCIO, ALPINISMO E MOLTO DI PIU’..

download-7Atleti fenomenali, ma anche grandi uomini: la cerimonia di consegna del premio Gianni Brera per lo Sport 2013 è stata quest’anno un’occasione nuova per parlare non solo di calcio ma anche di molti altri sport dove donne e uomini con il loro sacrificio e impegno compiono spesso imprese storiche.

Per questo ho organizzato quest’anno con il Circolo culturale “I Navigli” di Milano la tredicesima edizione del Premio Brera, ormai una tradizione nella storia milanese e italiana, per continuare a promuovere i valori dello sport attraverso riconoscimenti intitolati al grande maestro del giornalismo sportivo, Gianni Brera.

Il Premio “Sportivo dell’anno” è andato alla Juventus che per due anni consecutivi si è qualificata Campione d’Italia ed è l’unica società italiana ad avere uno stadio di proprietà, un modello da prendere ad esempio per rilanciare tutto il movimento del calcio in Italia.

Sempre nello stesso sport, una menzione speciale è stata consegnata a Javier Zanetti, raccontato in un libro biografia da Gianni Riotta. Il campione nerazzurro è stato scelto dalla giuria per la sua storia sportiva, ma anche di vita: dagli inizi faticosi, ai successi planetari, Zanetti  non ha mai perso la sua umiltà e può essere un modello positivo per tutti i fans e i giovani.

Chiuso il capitolo calcio, sono state conferite una serie di menzioni speciali alla categoria alpinismo con 4 riconoscimenti: a Marco Confortola, ai Ragni di Lecco, a Stefano Carnati, a Tito Traversa (alla memoria) e a Simone Moro, che proprio in questo periodo sta tentando l’impresa storica mai riuscita al mondo di scalare il Nanga Parbat (8160 m) in Pakistan nella stagione invernale.

Altre menzioni speciali anche al San Marino Baseball; a Simone Origone, campione del km lanciato di sci, detentore del record mondiale di velocità su sci (oltre 251 km orari); a Luca Bertossio, che a soli 24 anni è campione mondiale di volo acrobatico con l’aliante; a Daniele Cassioli, atleta ipovedente, leader mondiale dello sci nautico con 5 medaglie d’oro individuali.

Sono storie di vite dedicate alla passione, allo sport, ma storie anche di sacrifici, di ore ed ore di allenamento, di impegno, di fatica, di passione. Storie che ci rendono unici, storie dalle quali ispirarsi, emozioni positive, intense di impegno, serietà e successi.